Ortodonzia

L’Ortodonzia si occupa del controllo, dello sviluppo e della crescita della dentatura e delle strutture anatomiche a essa correlate.

L’ortodonzia studia le anomalie nel posizionamento dei denti e delle ossa mascellari, prevenendo o curando i disturbi che potrebbero insorgere.

Si parla di:

  • ortodonzia intercettiva
  • ortodonzia classica

Nel primo caso, ortodonzia intercettiva, siamo di fronte a delle fasi di cura previste per i bambini. L’ortodonzia intercettiva vuole infatti prevenire eventuali problemi, intervenendo per tempo e aiutando una crescita armonica e corretta dei denti. Questi interventi si occupano di “intercettare” le malocclusioni in dentatura decidua (denti da latte) e mista, cioè in quel periodo della vita dove i ragazzi presentano sia denti da latte sia denti “fissi”.

ortodonzia

Nel caso invece di ortodonzia classica la terapia viene attuata mediante l’applicazione di dispositivi medici detti “apparecchi”, questi si possono dividere in attivi e passivi:

  • apparecchi attivi: agiscono attraverso forze programmate e attivate dal medico. Il movimento provocato da queste forze determina il corretto posizionamento dei denti;
  • apparecchi passivi: sfruttano le forze masticatorie e muscolari del paziente.

La valutazione della corretta terapia prevede un controllo specialistico che possa valutare il giusto intervento.

Ultima tecnica introdotta e adottata (nei casi che lo consentono) dal nostro studio, è quella chiamata come “ortodonzia invisibile”; l’azione di riequilibrio viene svolta attraverso il ricorso di mascherine trasparenti in resina, applicate dal medico. L’utilizzo di questa tecnica, come anche tutte le altre precedentemente descritte, è completamente personalizzata sul paziente e prevede una serie di controlli e di interventi periodici da svolgere in studio.